Tutti gli articoli di peteia

Recensione Xiaomi Redmi 1s

Buongiorno a tutti cari lettori, oggi vi parlo di uno smartphone che fa parlare molto di se, lo “XIAOMI REDMI 1S”.

Partiamo innanzitutto dicendo che la XIAOMI è una azienda cinese che è nata nel 2010 da Lei Jun, e sin dal primo momento ha puntato tutto sulla costruzione di un prodotto low cost ma di qualità molto alta.

Devo dire che essendo un malato di tecnologia ho sempre tenuto un occhio puntato su questo brand diventato famoso in pochissimo tempo, grazie anche all’assistenza prodotti, pensate che in media un prodotto Xiaomi riceve un aggiornamento a settimana.

Ma non sono qui per dirvi i lati positivi di questo smartphone, che ho personalmente acquistato, ma per fare una presentazione generae di questo smartphone. Partiamo col dire che in Italia ci sono aziende che importano e che rilasciano garanzia di 2 anni, quindi prima di dire a voi stessi: “e ma comprando dalla cina se si rompono non ho assistenza!” vi pregherei di informarvi bene.

Questo prodotto è letteralmente un low cost, pensate che lo si può acquistare a 150, ma la sua componentistica non lo è affatto:

Reti:                                      GSM 900/1800/1900Mhz

WCDMA 900/2100Mhz

Dual sim:                               Si

Materiali:                               Plastica rigida

OS:                                       MIUI V5 (Basato su Android 4.3)

CPU:                                     Snapdragon Qualcomm 400 MSM8228, Quadcore 1.6Ghz

GPU:                                     Adreno 305

Memoria:                               8 GB

Ram:                                     1GB

Display:                                 4.7″ HD IPS Capacitivo 1280*720p

Memoria espandibile:             fino a 32gb

Camerta frontale:                   1.6mpx

Camera posteriore:                8mpx flash e autofocus, registra video in 1080p

Batteria:                                 2000Mah

Lingua:                                   Cinese/Inglese, (se comprato dalla Cina) con Rom multilingua se comprato dall’Italia

Al suo arrivo il cartone sembrava troppo piccolo per contenere uno smartphone e la scatola era nel classico color cartone, ma tutto nella norma in puro stile Xiaomi, lo smartphone si presenta molto ben compatto e le plastiche sono di ottima qualità ma quello che mi ha stupito è il display con una buonissima luminosità.

La rom era in Cinese ma ho subito provveduto a sostituirla con l’aggiornamento multilingua prelevabile dal sito http://www.xiaomi.eu, e cosa che non ho creduto possibile finchè non l’ho fatto io, l’aggiornamento si fa premendo un solo tasto, poi fa tutto da solo.

La rom gira perfettamente non ha bug (ricordo che parlo per mia sola esperienza, ma se li dovesse avere in una settimana vengono risolti) al momento l’ultima rom disponibile multilingua è la V45.

Altra cosa che mi ha reso felice è la durata della batteria, nonostante i soli 2000Mah arriva tranquillamente a superare il giorno con uso normale e con uso intenso arriva sulle 9/10h (ricordo che tutto ciò è soggettivo, il mio uso intenso potrebbe non essere uguale a quello di un altro). Parliamo adesso della rom, è completamente personalizzabile puoi modificare di tutto per rendere lo smartphone unico nel suo genere, e devo dire che non è male anche perchè se volessi modificare qualcosa su uno smartphone android normale dovrei avere i permessi di root, altra piccola chicca è l’app root che è già preinstallata di fabbrica e ti permette di decide quale app deve avere i permessi, il tutto senza perdere la garanzia, xò adesso devo dare una piccola nota negativa, la fotocamera non è come mi aspettavo, da molte parti ho letto che la fotocamera è ottima, io direi tutto sommato al di sopra della norma perchè nelle macro tutto ok sembra essere buonissima ma se si prova a zoommare la foto sgrana un poco, a meno che non hai beccato la condizione di luce ideale, ma come ben sapete nel 90% dei casi non succede e il restante 10% l’avete beccata senza sapere come avete fatto.

La memoria è gestita perfettamente a mio avviso non si ha bisogno di una memoria esterna ma naturalmente dipende dall’uso che ne fate, altra cosa che mi ha reso fiero dell’acquisto è la velocità di navigazione che a differenza di altri non è buona solo in wifi ma anche con la rete umts che prende in posti dove altri smartphone non ricevono niente.

Punto a favore migliore di tutti è che la CPU non scalda per niente, giocando a real racing 3 lo smartphone non ha impuntamenti e non ha neanche problemi di caricamento lento…..

Quindi cari lettori se mi chiedete che valutazione dare a questo smartphone su una scala da 1 a 10 io direi tranquillamente 8.5!

Lo consiglio, molti sono scettici e a loro mi viene da dire: “Provare per credere” perchè diciamocelo, adesso come adesso anche 5€ sono importanti quindi meglio spendere bene i nostri soldi

Gianni D’Aluisio

Vetri in Zaffiro?… Xiaomi ci sta pensando!

Se vi dovessi chiedere secondo voi chi sta realizzando uno smartphone con vetro zaffiro? Apple? Forse. Un’altra società che sta cercando di realizzare uno smartphone con vetro zaffiro è Xiaomi. Questa società cinese sarebbe in trattativa con fornitori per riuscire a fare propri 50.000 schermi da utilizzare su un nuovo dispositivo mobile di fascia alta. Potrebbe trattarsi di una versione Premium dell’attuale MI4. Questo dispositivo potrebbe essere aggiornato anche con processore Qualcomm Snapdragon 805.

xiaomi-lei-jun_600

Al momento l’unico dispositivo che equipaggia un vetro zaffiro è il Kyocera Brigadiere, device offerto negli Stati Uniti da Verizon Wireless.

 

Hugo Barra risponde sulle presunte falle di sicurezza di Xiaomi

xiaomi_mipad_home_insert

Negli scorsi giorni, il produttore cinese Xiaomi è incappata in alcuni presunti problemi sulla sicurezza dei dati sensibili degli utenti. Per fortuna, gli smartphone coinvolti in questo presunto problema non sono mai stati commercializzati nel nostro paese, per cui non riguarda in prima persona noi italiani.

La risposta a queste accuse di Xiaomi non si è fatta attendere molto ed infatti, qualche ora fa, attraverso il suo vice presidente Hugo Barra, ha così commentato:

Xiaomi è una società tecnologia impegnata nel fornire prodotti di alta qualità e servizi Internet facili da usare. Crediamo che sia la nostra priorità principale proteggere i dati degli utenti e la loro privacy. Noi non carichiamo o memorizziamo informazioni private nei nostri server senza l’autorizzazione degli utenti.

La risposta in realtà è formata da frasi fatte, in quanto è chiaro che le società non possono memorizzare dei dati sempre il consenso dell’utente. Invece non viene citato assolutamente il problema relativo al servizio di messaggistica, il quale era al centro delle polemiche dei giorni scorsi. Nello specifico, gli smartphone Xiaomi invierebbero informazioni degli utenti nei propri server anche senza la necessità di creazione di un account.

Articolo preso da qui

MIPAD 50.000 tablet in soli quattro minuti

xiaomi_mipad_home_insert

Xiaomi continua ad impressionare pubblico e concorrenza rilasciando dati sulla vendita dei suoi prodotti, il produttore cinese conta infatti su numeri da capogiro per il primo semestre dell’anno con ben 26 milioni di smartphone già distribuiti. Ma il loro successo passa anche per il mondo tablet, nei giorni scorsi è stato infatti commercializzato il MiPad, device che vanta una certa somiglianza con l’Apple iPad Mini grazie anche al form factor (display da 7.9 pollici con risouzione di 2048 x 1536 pixel).

Il MiPad ha infranto parecchi record dopo l’apertura delle vendite, secondo Xiaomi ne sono state vendute ben 50.000 unità in soli 3 minuti e 59 secondi. Un dato spaventoso relativo come ovvio alla sola Cina, unico paese dove il tablet Android è al momento disponibile ad un prezzo variabile compreso tra 177.5€ (versione da 16GB) e 201€ (variante da 64GB), in entrambi i casi lo spazio di archiviazione è comunque espandibile tramite microSD. Da apprezzare una differenza minima tra il taglio più piccolo da 16GB e quello più ampio da 64GB, solitamente le case produttrici giocano molto su questo aspetto pur di alzare (anche di molto) il tiro delle versioni top gamma.

Per quanto riguarda la configurazione hardware ricordiamo che lo Xiaomi MiPad è uno dei primi ad integrare il chip NVIDIA Tegra K1, quad-core a 2.2GHz affiancato da 2GB di memoria RAM, batteria da 6700mAh e doppia fotocamera (frontale da 5Mp e posteriore da 8Mp). Nessuna indiscrezione, purtroppo, sull’eventuale vendita oltre confine di questo dispositivo, ma nulla esclude un’apertura nei prossimi mesi.

Articolo preso da qui

Jiayu G6

262 (spedizione non inclusa)

357USD (shipping not included)

jiayu_g6.1

Display: 5.7″ IPS OGS FullHD (1920×1080) 386ppi
CPU: Mtk6592 Cortex a7 Octacore 1.7Ghz
Ram: 2gb
Os: Android 4.2
Fotocamera: 13mpx
Memoria interna: 32gb
Dualsim:  2/3g
Batteria: 3500mAh
Lingua italiana: si

 

Jiayu G6 è un nuovo 5.7 pollici grande schermo telefono Android con processore MTK6592 Octa Core e 3 colori da scegliere: Bianco, Oro nero e alla moda. Ha 2 versione come al solito, 1GB Ram + 16GB Rom, e 2GB Rom + 32GB Rom. Secondo l’ “Batteria incorporata” e “Non Supporto SD Card estesa”, la versione da 32GB Rom sembra più prezioso. Il disegno di Jiayu G6 è un po ‘simile a Huawei Ascend P6 e Vivo 3S X-play, o, posso dire che è la combinazione di questi due phone? Tuttavia, Jiayu G6 sta ancora mostrando il suo fascino irresistibile. Il prezzo di questo telefono è un po ‘più alto, ma vale la pena di ottenere uno.

Lo trovi anche qui

 

 

Xiaomi MiPad

250 (spedizione non inclusa)

340USD (shipping not included)

 

MIPAD-5

Display: 7.9″ Retina IPS (2048×1536) 326ppi
CPU: NVIDIA Tegra K1 2.2GHz Quad core
Ram: 2gb
OS: MIUI V5
Fotocamera: 8mpx Sony
Memoria interna: 16/64gb
Modulo 3g interno: no
Batteria: 6700mAh
Lingua italiana: no

 

Schermo
Materiale dello schermo – IPS Retina ultra-trasparente fit schermo intero
Dimensioni schermo – 7.9 pollici di schermo (diagonale)
Risoluzione – 2048 x 1536 pixel di risoluzione, 326 ppi

Processore
Tipo CPU – quad-core 2.2GHz ARM Cortex-A15 NVIDIA Tegra K1
GPU Modello – 192 NVIDIA CUDA ® architettura core NVIDIA Kepler ™ GPU

Capacità
Memoria Ram – 2GB LPDDR3
Memoria flash ad alta velocità – 16GB/64GB.
Supporto Micro SD (TF) – fino a 128GB.

Supporto di rete
WLAN 802.11/b/g/n/ac
Bluetooth 4.0 WiFi Direct

Fotocamera
Telecamera posteriore Sony 8 megapixel
Fotocamera anteriore 5 megapixel
Apertura F2.0
Acquisizione video supporta 1080p (1920×1080) videocamera HD

Batteria
Capacità 6700mAh ai polimeri di litio

Sensori
Giroscopio supporto
Sensore di luminosità
Sensore di prossimità
Bussola elettronica

Multimedia Player
Lettore musicale supporta i formati MP3, AAC, AAC +, eAAC +, AMR, WB-AMR, MIDI, ogg e altri formati
Video player supporta 1080p (1920×1080, 30 fotogrammi / sec) la

Riproduzione video
Supporto MPEG4, H.263, H.264
Riproduzione foto JPEG di sostegno, PNG, GIF, BMP e altri formati
Flash Player Support

Xiaomi MiPad è il primo Tablet al mondo a vantare la nuova soluzione hardware Nvidia Tegra K1 a 32-Bit. Si tratta di un processore di ultima generazione e probabilmente il più potente ad oggi realizzato su architettura 32-bit come dimostrano i benchmark.

Oltre alla pura potenza, K1 si distingue per la nuova GPU a 192 Cuda Core che permette di avere prestazioni grafiche senza eguali in ambito mobile.

Grafica “paragonabile a quella di console moderne”, effetti particellari all’ennesima potenza e qualità visiva eccezionale anche grazie alla definizione eccezionale del Tablet.

VIDEO PROMO

 

Lo trovi anche qui

 

Un altro smartphone dalla batteria gigante

Un produttore cinese ha inserito un grande pacco batteria al proprio smartphone, in mente una durata della batteria più lunga.

 

thl

 

THL 5000 in conformità con il nome, inserisce una batteria più grossa che, associato con altre caratteristiche sono più o meno convenzionali. Ad esempio, 5″ del display Corning Gorilla Glass supporta la risoluzione 1080p, per un 1,7 GHz, octa-core design di Mediatek (il MTK6592), 2 GB di RAM, 32GB di memoria interna, e una fotocamera posteriore da 13 megapixel e Sony una da frontale 5 megapixel . L’elenco delle tecnologie supportate sono: NFC, Bluetooth 4.0, OTG, ricarica rapida, Radio FM, WiFi, GPS, e i soliti sensori.

 

La commercializzazione di questo modello THL si prevede che partirà il mese prossimo, non si capisce ancora esattamente su quali mercati e a quale prezzo verrà lanciato.