Archivi tag: qualcomm

Vetri in Zaffiro?… Xiaomi ci sta pensando!

Se vi dovessi chiedere secondo voi chi sta realizzando uno smartphone con vetro zaffiro? Apple? Forse. Un’altra società che sta cercando di realizzare uno smartphone con vetro zaffiro è Xiaomi. Questa società cinese sarebbe in trattativa con fornitori per riuscire a fare propri 50.000 schermi da utilizzare su un nuovo dispositivo mobile di fascia alta. Potrebbe trattarsi di una versione Premium dell’attuale MI4. Questo dispositivo potrebbe essere aggiornato anche con processore Qualcomm Snapdragon 805.

xiaomi-lei-jun_600

Al momento l’unico dispositivo che equipaggia un vetro zaffiro è il Kyocera Brigadiere, device offerto negli Stati Uniti da Verizon Wireless.

 

Oppo annuncia R6007 con l’estetica del Find7

Oppo-R6007-official-images-3

 

Oppo annuncia oggi il suo nuovo smartphone, dal nome R6007. Questo dispositivo di fascia media è caratterizzato da un’estetica simile a quella del Find7, ma a differenza di quest’ultimo è decisamente più compatto e meno potente.

Le dimensioni di questo R6007 sono: largo 68mm, lungo 137mm, spesso 7.75mm e pesa complessivamente 128 grammi. Monta un display IPS da 4.7 pollici con risoluzione di 720×1280 pixel. L’hardware non è dei più scarsi, sotto la sua carena di plastica abbiamo un Qualcomm Snapdragon 400 quad-core da 1.6GHz e da  1GB di memoria RAM e 8GB di ROM espandibile; il tutto incorniciato da una batteria, a mio parere abbastanza ampia, di 2140mAh.

Anteriormente ha una fotocamera da 2 megapixel, mentre la posteriore è da 8 megapixel con apertura f/2.2.

Oppo per il momento smentisce una commercializzazione al di fuori del mercato cinese, a partire dal 3 giugno. Sarà disponibile bianco e nero, al prezzo di 1799CNY, circa 212€.

Google annuncia Android Wear, nuova versione del robottino per i wearable device

??????????????????????????

Se avevate bisogno di conferme circa l’ipotetico smartwatch di Google (ormai confermato), queste arrivano prima in forma di software che di hardware: anziché svelare l’atteso SDK per dispositivi indossabili, che comunque arriverà, BigG anticipa i tempi e annuncia Android Wear, la prima versione del robottino pensata appositamente per gli orologi intelligenti.

LEGGI ANCHE: Smartwatch Google-LG all’I/O 2014

Android Wear: Information that moves with you,” questo è lo slogan che accompagna la nascita di questa nuova versione del robottino, pensata appositamente per i wearable device, che si incarnerà per primo nel più familiare di questi: l’orologio. Lo smartwatch secondo Google infatti fornirà:

  • Utili informazioni al momento giusto. Post e aggiornamenti social, messaggistica, notifiche, news, e anche app dedicate alle fotografia (non si capisce bene se in sola visualizzazione o anche nel senso di cattura), e altro.
  • Domande e riposte. La classica hotword “Ok Google” attiverà i comandi vocali, che ormai conoscerete tutti bene. Dalle calorie nel cibo, agli appuntamenti, alle chiamate o i messaggi.
  • Controllare salute e fitness. Promemoria e riassunti della nostra attività fisica, grazie anche alle app dedicate che preferiamo. Velocità in tempo reale, distanza, cronometro e altro, sia che ci muoviamo a piedi che in bicicletta.
  • La chiave per un mondo multi-schermo. Android Wear permette di accedere e controllare altri dispositivi, come ad esempio la riproduzione musicale su smartphone o l’invio di un filmato alla TV. Le possibilità sono in mano agli sviluppatori.

Gli sviluppatori interessati possono dirigersi su developer.android.com/wear  dov’è dispoibile una Developer Preview, in modo da adattare le proprie app a funzionare in simbiosi con Android Wear.

Sulla carta insomma non sembra niente di mai visto, tutto sta però nel capirne bene l’interfaccia, quanto sia stata ottimizzata, semplificata e adattata al mezzo, che è notevolmente diverso rispetto agli ordinari smartphone. Per darvene un’idea, vi lasciamo ad un paio di filmati che non mancheranno di farvi sognare un po’, anche perché è stato confermato che LG G Watch arriverà entro l’estate, con Android Wear a bordo.

Google è comunque già al lavoro con ASUS, HTC, Motorola e Samsung, oltre che con Broadcom, Imagination, Intel, Mediatek e Qualcomm; ed anche con brand alla moda come Fossil Group, per portare sul mercato Android Wear durante il 2014. Pronti per il vostro primo smartwatch Android?

Video

Video

Articolo preso da qui

Xiaomi Mi3

365€ (spedizione non inclusa)

491USD (shipping not included)

xiaomi

Display: 5″ IPS Retina (1920×1080)
CPU: Qualcomm Snapdragon 800 Quadcore 2.3 ghz
Ram: 2gb
Os: Miui v5/Android 4.1
Fotocamera: 13mpx
Memoria interna: 16gb/64gb
Dualsim: no, 2/3g
Batteria: 3050mAh
Lingua italiana: no, installabile

Ve lo avevamo annunciato in precedenza, il nuovo Xiaomi ormai lo sappiamo che sta sbancando sulle voci di tutti gli appassionati di telefonia, un produttore ormai affermato in Oriente, se non anche il primo produttore cinese, che ci ha mostrato in precedenza ottimi terminali dal prezzo veramente concorrenziale, e che integra un software basato su Android veramente avanzato e veloce.

Ecco quindi un’altro terminale dotato della famosa MIUI, in questo caso la V5, lo Xiaomi Mi3, successore del Mi2s di cui vi avevamo parlato in precedenza, questo terminale, ispiratosi ai Nokia Lumia, precisamente al 920, ha un ottimo rapporto prezzo/prestazioni e verrà commercializzato in due versioni:

Versione Asiatica, quindi limitata all’utilizzo nell’ambiente Orientale poichè dotato degli standard presenti nel luogo, dotato di processore nVidia Tegra 4, un quad-core Cortex-A15 da 1,8Ghz con grafica GeForce a 72 cores. Troviamo poi 2Gb di RAM, e 16 o 64Gb di memoria interna.

La versione europea invece, o del resto del mondo, integra un processore Snapdragon 800 quad-core a 2,3Ghz quindi GPU Adreno 330, sempre con 2Gb di RAM e 16 o 64Gb di memoria interna, acquistabile per ora solo direttamente dalla cina.

Pochi giorni fa abbiamo assistito al passaggio di Hugo Barra da Google a Xiaomi, un cambiamento importante, che potrebbe far pensare ad una collaborazione fra le case e quindi ad una commercializzazione che si allarga in tutto il territorio, europeo e non solo, far passare questi terminali anche sul mercato ufficiale potrebbe voler dire un cambiamento radicale sul modo di vedere i prodotti da parte di chi acquista ma soprattutto dai produttori che si vedono costretti ad adeguarsi all’andamento, un mercato quindi che porterebbe vertiginosi abbassamenti di prezzo degli odierni terminali.

Per il resto il terminale presenta un display da 5 pollici, FullHD con la tecnologia di LG che permette un buon risparmi di ingombro nell’integrazione del touch sul vetro, la scocca sembra essere molto curata e resistente, nella parte dietro troviamo un ottima fotocamera da 13Mpx, che non ha molto da invidiare dai Lumia, infatti il sensore è un Sony Exmor RS con apertura f/2.2.

La batteria è dotata di ben 3050mAh, un autonomia quindi molto elevata, che va a comprendere quasi due giorni di uso normale, che per un telefono con display da 5 pollici è più che buono, invece possiamo anche notare che già sono disponibili alcune cover originali che permettono anche di mantenerlo in posizione per visionare film ma allo stesso tempo proteggono completamente il terminale.

Nella parte bassa troviamo gli altoparlanti, che a quanto pare, dal’ampiezza della feritoia, dovrebbero essere abbastanza performanti.

Lo trovi anche qui